Con Pesos Pescara si muove meglio verso il futuro

Con Pesos Pescara si muove meglio verso il futuro

Pesos è un progetto di mobilità sostenibile promosso dal Comune di Pescara, finanziato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, nell’ambito del Programma Sperimentale Nazionale di Mobilità Sostenibile Casa-Scuola e Casa-Lavoro.

Pesos, che sta per “Pescara sostenibile“, è conosciuto anche come “Fondo Mobilità Sostenibile per Pescara” ed è parte integrante di un progetto più ampio che proietta la città in un futuro in cui la mobilità “pesante”, fatta di centinaia di automobili e veicoli inquinanti, cederà il passo ad una mobilità più “leggera”, fatta di bici, auto condivise e mezzi di trasporto collettivi, ecologici e all’avanguardia.

L’obiettivo di Pesos è quello di promuovere l’uso di modalità di trasporto alternative all’auto privata nel tragitto casa-lavoro, incentivando in vari modi i lavoratori che scelgono di passare alla mobilità green; per farlo mette in campo azioni e servizi integrati a lungo termine che intervengono su ciclabilità, mobilità condivisa e trasporto pubblico.

Pesos sta rafforzando l’attuale rete ciclabile (Ciclopolitana) e le infrastrutture ad essa connesse; a breve attiverà i servizi di bike trial e car pooling, incentivando i lavoratori che scelgono di cambiare la modalità dei propri spostamenti quotidiani.

Il progetto Pesos dà il via ad una vera rivoluzione ecologica, che porterà ad un progressivo cambiamento di abitudini e idee che migliorerà l’aria che respiriamo e il nostro stile di vita .

 

KIT MOBILITÀ PER AZIENDE CONVENZIONATE

Incentivi e agevolazioni per i lavoratori che scelgono la mobilità sostenibile

Per incentivare i lavoratori che scelgono di usufruire dei servizi di bike trial e car pooling, passando alla mobilità green, Il Comune di Pescara metterà a disposizione un kit mobilità, ovvero, un pacchetto gratuito contenente informazioni utili su mezzi pubblici e incentivi di cui poter usufruire, che sarà disponibile presso il Mobility Centre.

Le agevolazioni previste comprendono: una bici elettrica in prova, circa 1.000 abbonamenti gratuiti per il trasporto pubblico locale (grazie ad accordi con l’azienda TUA) e buoni premio (buoni carburante o buoni spesa) per le aziende che aderiscono all’iniziativa e destinati ai lavoratori che scelgono la mobilità sostenibile.

A Pescara arriva la Ciclostazione

A Pescara arriva la Ciclostazione

Sicurezza e servizi per chi si muove in bicicletta

Nell’ambito della nuova politica di riorganizzazione e implementazione degli stalli pubblici per le bici promossa dal Comune di Pescara, è prevista la realizzazione di una Ciclostazione, un centro per il deposito custodito di biciclette, in cui sono presenti alcuni servizi di base utili per i bikers.

Le Ciclostazioni, conosciute anche come Velostazioni, o Bicistazioni o Bike Stations sono presenti in moltissime città e sorgono nei pressi di stazioni ferroviarie, aeroporti, metropolitane o più in generale nei luoghi di grande interscambio e intermodalità, in cui la bicicletta costituisce l’elemento finale o iniziale degli spostamenti.

In una Ciclostazione si potrà, quindi, lasciare la propria bicicletta o prenderne una a noleggio, avere a disposizione un parcheggio coperto con stalli di ultima generazione, trovare attrezzature utili per effettuare facili riparazioni e avere a disposizione un distributore automatico di ricambi, utile in caso di necessità.

La prima Ciclostazione sorgerà in Piazzale Vittoria Colonna.

Bike Trial

Bike Trial

Prova una bici elettrica per un mese

Il bike trial consiste nella possibilità di provare per un mese una bicicletta elettrica a pedalata assistita, disponibile in due versioni:

  • City bike a pedalata assistita, ideale per spostamenti in città;
  • Bike pieghevole a pedalata assistita, perfetta per chi si sposta da un comune all’altro, utilizzando i mezzi pubblici.

Le bici verranno assegnate a rotazione, per un mese, ad un certo numero di lavoratori, in accordo con le aziende che aderiscono all’iniziativa e dotate di Mobility Manager, ovvero di un responsabile della mobilità green, interno all’azienda, incaricato di coordinare tutte le attività ad essa connesse.

Il servizio di bike trial prevede:

  • concessione di 70 City bike e 70 Bike pieghevoli, entrambe a pedalata assistita;
  • riparazione e manutenzione ordinaria delle biciclette o eventuale sostituzione in caso di danneggiamento;
  • software di gestione, inclusa App, per raccogliere dati su tutti gli spostamenti effettuati in bici;

Sarà il “Mobility Centre” a gestire l’assegnazione delle bici, fornendo consigli ai potenziali utenti sulla tipologia più idonea alle proprie esigenze, tenendo conto dei chilometri percorsi giornalmente e dell’intermodalità degli spostamenti, dei luoghi sicuri in cui lasciare il mezzo.


 

AGEVOLAZIONI ECONOMICHE

Pesos prevede un fondo mobilità di 36.000 euro che sarà utilizzato come incentivo per l’acquisto delle bici, dopo il periodo di prova di 1 mese.

Le modalità di erogazione di questi incentivi saranno stabilite attraverso protocolli tra il Comune e le aziende che aderiscono al progetto.

Dopo il mese di prova, l’utente potrà decidere di acquistare una bici nuova pagandola in 36 rate. Grazie al fondo mobilità il Comune di Pescara coprirà la rata di anticipo di circa 200€ più le prime 2 rate di circa 30€/cad.

Punzonatura: un codice sul telaio che rende rintracciabile la bici

Punzonatura: un codice sul telaio che rende rintracciabile la bici

Per contrastare il fenomeno dei furti, oltre agli stalli di ultima generazione, l’Amministrazione Comunale ha attivato il servizio GRATUITO di punzonatura delle bici: si tratta di un sistema di marcatura che permette di rintracciare il legittimo proprietario nei casi di ritrovamento della bicicletta.

Sul telaio della bici viene infatti “punzonato”, ovvero marchiato, il codice fiscale del proprietario e applicata un’etichetta indelebile con lo stemma del Comune di Pescara.

COME RICHIEDERE LA MARCATURA GRATUITA

Chi è interessato a richiedere la marcatura gratuita della bici deve compilare e consegnare l’apposito modulo di registrazione.

Il modulo può essere:

  • scaricato direttamente dal sito di Pescara Parcheggi
  • ritirato e compilato al momento della marcatura presso l’ufficio di Pescara Parcheggi srl sito in Piazza D’Angelosante, 5 Pescara, aperto dal Lun. al Ven. dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,30 alle ore 17,30.

Il calendario degli appuntamenti è scaricabile dal sito di Pescara Parcheggi srl.

Per l’operazione gratuita di marcatura è necessario presentarsi presso l’ufficio di Piazza D’Angelosante, 5 con:

  1. la bicicletta
  2. modulo firmato
  3. tesserino sanitario dove è indicato il codice fiscale a barre
  4. fotocopia del documento indicato nel modulo di registrazione.

Al proprietario una volta registrata e marchiata la bicicletta, viene consegnato una copia del modulo vidimato.

Per qualsiasi altra informazione e/o delucidazione in merito potete inviare una email all’indirizzo bicisicura@pescaraparcheggi.it o contattarci al 085/4554923 dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,30 alle ore 17,30.

 

Bici al sicuro

Bici al sicuro

In città sono attivi i nuovi stalli antifurto e il servizio di punzonatura del telaio.

Non esiste un dato ufficiale, ma è certo che ogni anno in Italia e non solo, la percentuale di furti di biciclette è estremamente alta, al contrario della percentuale di ritrovamento di queste ultime che resta nettamente più bassa. Il recupero delle bici rubate è, infatti, un meccanismo complesso, vista la difficoltà di ricondurre l’intero mezzo o parti di esso al legittimo proprietario.

Per contrastare efficacemente tale fenomeno è, dunque, fondamentale agire sulla prevenzione. Proprio per questo Il Comune di Pescara ha rafforzato il sistema degli stalli per biciclette e attivato il servizio di punzonatura del telaio.

 

Con i nuovi stalli bici lontane da mani indiscrete


L’Amministrazione Comunale ha installato 276 stalli per biciclette di ultima generazione, collocati in punti strategici della città, che rappresentano un serio tentativo di prevenzione dei furti.

Il modello di stallo scelto per la città (che ricorda la lettera greca Φ (phi) e richiama la “P” di Pescara con una ulteriore “P” speculare) oltre ad indicare la possibile sosta di almeno due mezzi, permette di legare la bici al telaio, garantendone una migliore protezione rispetto alle classiche rastrelliere, che invece limitano il blocco della bici solo alla ruota.

ll nuovo sistema di stalli sarà in grado di ospitare fino a 552 biciclette, ma anche tipologie di mezzi non convenzionali, dal semplice triciclo a quello con cassone sull’avantreno o sul retrotreno (cargobike).

La sistemazione degli stalli antifurto è avvenuta attraverso uno specifico piano di valutazione predisposto dall’Assessorato alla Mobilità del Comune di Pescara con l’obiettivo di spostare e, al tempo stesso, incrementare i flussi ciclistici verso vie già servite da piste ciclabili, ma anche verso quelle di prossimo adeguamento.

I nuovi stalli già attivi, sono stati sistemati in prossimità di tratti che presto vedranno un incremento del traffico ciclistico e in prossimità di punti nevralgici della città e, dunque, di luoghi di aggregazione, di servizi e attività commerciali, per cercare di modificare le modalità di fruizione di questi, partendo dal cambio del mezzo solitamente usato per raggiungerli.

Car Pooling

Car Pooling

Condividi l’auto e vai a lavoro con chi si muove nella tua stessa direzione

Il car pooling è un modo ecologico e divertente di spostarsi che permette a più persone di muoversi  da un posto all’altro condividendo la stessa auto.

Il car pooling è perfetto per i colleghi che abitano nella stessa zona e che in questo modo possono recarsi a lavoro insieme, con un’unica automobile, alternandosi alla guida.

Anche i lavoratori singoli, non accomunati con altri dallo stesso luogo di lavoro, possono trovare in questo servizio un valido alleato e condividere il tragitto e l’auto con chi deve spostarsi nella stessa direzione.

Tutto questo permetterà di risparmiare carburante e denaro, ridurre le emissioni nocive e il numero delle auto circolanti, evitando la congestione del traffico in centro città durante le ore di punta.

Il meccanismo funziona attraverso l’uso di App specifiche per smartphone gestite da un un software di ottimizzazione dei percorsi che incrocerà le posizioni dei lavoratori e con le quali si potrà:

  • iscriversi;
  • cercare un passaggio verso una determinata destinazione, prevedendo la geolocalizzazione automatica (“sono qui in questo momento”);
  • personalizzare la ricerca (vedere quali sono i veicoli presenti in un raggio di ampiezza specifica oppure secondo preferenze specifiche).

 

AGEVOLAZIONI ECONOMICHE

Saranno stipulati accordi con le aziende che aderiscono all’iniziativa che prevederanno buoni premio (buoni carburante o buoni spesa) destinati ai lavoratori che scelgono la mobilità sostenibile per recarsi in lavoro.

Rete ciclabile Ciclopolitana

Rete ciclabile Ciclopolitana

Gli interventi effettuati sulla rete ciclabile, per un totale di 4,6 km di nuove realizzazioni, elevano il livello della ciclabilità urbana portando la rete attuale a circa 30 km di piste.

L’obiettivo è realizzare un tracciato ciclabile senza discontinuità, una rete primaria detta anche Ciclopolitana, in cui le vie ciclabili più esterne alla città risultino collegate con quelle più interne attraverso tracciati di connessione. Questo progetto denominato Bici in rete è iniziato nel 2016 ed è in corso di completamento.

In quest’ottica di riconnessione dei tratti ciclabili esistenti, la Ciclopolitana pescarese comprenderà anche un Leggero Passante, una variante della Ciclovia Costiera Regionale detta “Bike to Coast”, che attraverserà il centro città per poi riconnettersi  al tracciato della Ciclovia Adriatica.

Le piste ciclabili saranno di nuova generazione e rispetteranno gli standard tecnici di progettazione: le corsie caratterizzate da un solo senso di marcia avranno una larghezza netta minima di 1,5 metri, mentre quelle con doppio senso di marcia saranno di circa 3 metri.

La rete ciclabile cittadina è stata, inoltre, suddivisa in 4 quadranti geografici di quattro diversi colori: Blu per il quadrante nord-est, Arancione per il quadrante nord ovest, Rosso per il quadrante sud est, Giallo per il quadrante sud ovest, per aiutare i ciclisti ad orientarsi meglio.