OPTITRANS: i partner europei apprezzano il lavoro del Comune e lo esortano ad andare avanti

OPTITRANS: i partner europei apprezzano il lavoro del Comune e lo esortano ad andare avanti

Chiusi lavori i lavori della sessione italiana di OPTITRANS, Optimisation of Public Transport Policies for Green Mobility, un progetto europeo di promozione delle politiche della mobilità, di sviluppo dei trasporti a basse emissioni di carbonio e di incentivo a  forme di mobilità alternativa. Partner del progetto, che terminerà nel 2021, è la Regione Abruzzo, con il Dipartimento della Presidenza e Rapporti con l’Europa, insieme alle omologhe rappresentanze della Romania, della Croazia, dell’Estonia, della Grecia e della Spagna.

Apprezzati, particolarmente dalla delegazione dell’Estonia e della Germania, gli interventi dell’Amministrazione comunale di Pescara chiamata a partecipare ai lavori che si sono svolti, in lingua inglese, nelle giornate del 19 e 21 febbraio, presso la sede del Consiglio della Regione Abruzzo di Piazza Unione.

Oltre al Progetto PESOS, PEscara SOStenibile, che vede come partner l’Associazione Euromobility e CRAS srl, e sui cui l’Amministrazione sta scaldando i motori per l’avvio pieno dei lavori in primavera e per una durata di due anni, nell’ultima giornata sono state presentate le strategie e i progetti previsti per lo sviluppo della CICLOPOLITANA e le relative strategie sulla comunicazione. L’idea dei quadranti della “rosa dei venti”, delle dorsali e dei cromatismi “metropolitani” è piaciuta tanto da trovare l’assenso tra i delegati stranieri che hanno esortato l’Amministrazione ad andare avanti, ritenendo la strada intrapresa quella giusta da percorrere. In particolare il rappresentante dell’Estonia ha rimarcato la opportunità, diffusa in Europa, di un rilancio economico dei centri urbani proprio facendo perno su una maggiore presenza di ciclisti, molto più commercialmente attivi, insieme ai pedoni, rispetto agli automobilisti.

Le relazioni delle tre giornate sono state curate da Marco Presutti, Assessore alla Mobilità, dall’Arch. Pier Giorgio Pardi, Mobilty Manager del Comune di Pescara e Giancarlo Odoardi, referente del progetto PESOS.

Il Comune di Pescara all’OPTITRANS per illustrare il progetto PESOS e la Ciclopolitana

Il Comune di Pescara all’OPTITRANS per illustrare il progetto PESOS e la Ciclopolitana

L’Amministrazione comunale di Pescara è stata presente con una propria delegazione, nelle giornate del 19 e 21 febbraio presso la sede del Consiglio della Regione Abruzzo in Piazza Unione, alla sessione italiana di locandina optitrans a pescaraOPTITRANS, Optimisation of Public Transport Policies for Green Mobility, un progetto europeo di promozione delle politiche della mobilità, di sviluppo dei trasporti a basse emissioni di carbonio, e di incentivo a  forme di mobilità alternativa.

Partner del progetto è la Regione Abruzzo, con il Dipartimento della Presidenza e Rapporti con l’Europa, insieme alle omologhe rappresentanze della Romania, della Croazia, dell’Estonia, della Grecia e della Spagna.

Al Comune di Pescara è stato chiesto di raccontare la propria esperienza in tema di mobilità sostenibile, segnalando le iniziative in corso e il contesto pianificatorio di riferimento. Le relazioni sono state curate da Marco Presutti, Assessore alla Mobilità, dall’Arch. Pier Giorgio Pardi, Mobilty Manager del Comune di Pescara e Giancarlo Odoardi, referente del progetto PESOS.

Il mobility manager del comune di pescara pier giorgio pardi durante il suo intervento all'optitrans

In particolare sono state illustrate le strategie e i progetti sulla mobilità sostenibile in ambito urbano, i finanziamenti finalizzati allo sviluppo del territorio e le linee di indirizzo del Progetto PESOS, Pescara Sostenibile, la cui attuazione vede come partner affiancati all’Amministrazione comunale l’Associazione Euromobility e CRAS srl. Inoltre si è fatto cenno al PGTU (Piano Generale del Traffico Urbano) e al PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) con considerazioni, a partire dallo stato di fatto, sui principi che determinano i flussi di spostamento del pendolarismo nelle ore di punta, con prime indicazioni sulla individuazione delle linee di intervento per la programmazione delle modalità di spostamento sistematico casa-lavoro / casa-scuola, e strategie finalizzate al miglioramento della mobilità urbana. Del progetto PESOS sono state illustrate le imminenti misure di supporto all’attuazione del progetto.

Sono state inoltre presentate le strategie e i progetti previsti per il collegamento delle piste ciclabili esistenti sul territorio comunale, nonché lo sviluppo della ciclopolitana e le relative strategie sulla comunicazione.

una slide della presentazione del progetto pesos all'optitrans di pescara

 

Progetto PESOS: l’amministrazione comunale punta ad un nuovo modello di mobilità

Progetto PESOS: l’amministrazione comunale punta ad un nuovo modello di mobilità

Il Progetto PESOS, PEscara SOStenibile, ha preso decisamente il via. Lunedì 10 e martedì 11 dicembre, presso l’Aurum, si sono svolte le prime due giornate del corso di formazione per mobility managers aziendali e preludio del tavolo di concertazione con le aziende rappresentate per intraprendere iniziative che per i prossimi due anni introdurranno lungo le strade della città elementi innovativi di mobilità urbana. Cambia l’approccio al tema: non interventi infrastrutturali o per lo meno legati alle infrastrutture, ne tantomeno l’introduzione di misure restrittive o di coercizione, quanto iniziative attente ai comportamenti e alle abitudini, per cogliere tutte le opportunità derivanti dalle attitudini al cambiamento.


Questo il senso degli interventi che i relatori, dopo il saluto dell’assessore alle mobilità Marco Presutti, hanno voluto sottoporre all’attenzione dei rappresentanti delle diverse aziende partecipanti. Oltre ai mobility manager già nominati della ASL, della Casa di Cura Pierangeli, di TUA e dell’Agenzia delle Entrate, hanno preso parte alla due giorni i delegati della Regione Abruzzo, di Trenitalia, di RFI, del Tribunale, dell’Università, dell’Ordine degli Ingegneri, di ARTA Abruzzo, di CNA, di Adiconsum, e del Liceo Scientifico d’Ascanio di Montesilvano. Avevano dato la loro adesione anche rappresentanti di Rai 3, della Saga, e del Liceo artistico Misticoni Belisario e dell’ Istituto tecnico Manthonè.


Obiettivo non remoto, seppur impegnativo, è accompagnare le diverse aziende, grazie al coordinamento del mobility manager di area, l’Arch. Piergiorgio Pardi presente ai lavori, a redigere in tempi solleciti il Piano di Spostamenti Casa Lavoro (PSCL) dei propri dipendenti/collaboratori, per incidere con decisione sulla cosiddetta “mobilità sistematica”, quella che determina in momenti concentrati della giornata i maggiori e più grandi flussi di traffico.Al lavoro per il progetto pesos
A tal fine, alle aziende partecipanti sarà messo a disposizione un software dedicato più tutta l’assistenza necessaria per la redazione dei piani. Non solo. In questi due anni di attività, nel tessuto viario urbano saranno introdotti elementi di agevolazione del cambiamento: diffusione di 150 biciclette, pieghevoli e elettriche, in prestito ogni mese a 150 dipendenti (quindi quasi 3000 soggetti coinvolti) che, una volta provate con la formula del bike trial, potranno decidere di acquistarla grazie ad un fondo previsto dal progetto ministeriale; l’attivazione di una piattaforma tecnologica di carpooling; la gestione di corsi di ecoguida; l’installazione di 5 totem motivazionali per il conteggio del transito dei ciclisti; la diffusione di kit mobilità e incentivi al tpl; ma soprattutto l’apertura di un ufficio, il Mobile Center, presso la sede della stazione ferroviaria di Porta Nuova, che, con una attività di front office, avrà hai il compito di gestire il progetto nel suo complesso. Congiuntamente a questo ufficio, e nello stesso spazio, nascerà anche un Bike Parking con annessa una ciclofficina (che avrà una struttura gemella anche negli spazi della stazione centrale).


Il progetto PESOS è curato dall’associazione Euromobility e dalla Società Cras, partner in ATI del comune di Pescara (www.progettopesos.it).