Piano Generale del Traffico Urbano: stakeholders al lavoro

Piano Generale del Traffico Urbano: stakeholders al lavoro

Nella giornata di martedì 12 dicembre 2017 è insediato il primo tavolo di lavoro composto dagli stakeholdes invitati a partecipare al processo di redazione del PGTU per condividerne obiettivi generali, obiettivi specifici e strategie di intervento.

L’incontro ha visto i saluti dell’Assessore Civitarese che ha rimarcato la novità del percorso in quanto elemento di assoluta novità nei processi di redazione dei vari strumenti di pianificazione urbana di cui l’Amministrazione, dopo tanti anni, si sta dotando. Se questa fase prevede il coinvolgimento degli stakeholders, ve ne sono altre due che vedono il contributo di un panel di testimoni esperti e una giuria di cittadini, in corso di costituzione.

La relazione di apertura è stata tenuta dai progettisti incaricati di redigere il PGTU che hanno avuto premura di sottolineare gli obiettivi del processo partecipato e in particolare dell’incontro, la cui finalità è di valutate e definite le priorità di perseguimento di obiettivi specifici della politica di miglioramento della sostenibilità dei trasporti urbani, in accordo con le preferenze collettive rilevate e dichiarate. Nelle fasi successive del PUT (Piani particolareggiati e Piani esecutivi) sarà poi possibile coinvolgere stakeholder e cittadini alla scala di quartiere sui singoli elementi che compongono le misure che saranno adottate.

E’ stato evidenziato che il PGTU, una volta redatto, viene adottato dalla Giunta Comunale e quindi depositato per 30 giorni in visione del pubblico, con relativa contestuale comunicazione di possibile presentazione di osservazioni (nel medesimo termine), anche da parte di singoli cittadini. Successivamente il Consiglio Comunale delibera sulle proposte di Piano e sulle eventuali osservazioni presentate (con possibilità di rimandare il PGTU in sede tecnica per le modifiche necessarie) e procede infine alla sua adozione definitiva. I “Piani Particolareggiati” e i “Piani Esecutivi”, per i quali invece non è prevista la fase di approvazione da parte del Consiglio Comunale, prevedono procedure semplificate relativamente alle loro fasi di controllo e di approvazione.

L’incontro si è concluso con un breve dibattito e con la consegna di un questionario individuale per la valutazione dello stato di fatto  che consentirà agli intervenuti di esprimere la posizione in riferimento ai temi della mobilità urbana di Pescara presente e futura. A seguire il documenti presentati: