Il sindaco alla Scuola di Bicipolitana” a Pesaro

Il sindaco alla Scuola di Bicipolitana” a Pesaro

Si chiude con la partecipazione del Comune di Pescara la “Scuola nazionale di Bicipolitana”, bike summit delle città italiane organizzata da Legambici, spin-off di Legambiente, in collaborazione con il Comune di Pesaro, dove il sindaco Marco Alessandrini e l’Ufficio Mobilità del Comune hanno illustrato i progetti sostenibili in corso e prossimi dell’Amministrazione  e la propria idea di ciclopolitana.

Il sindaco di Pescara durante il suo intervento alla scuola di bicipolitana a Pesaro

“Ho voluto parlare dell’esperienza pescarese – così il sindaco Marco Alessandrini – ripercorrendo l’attuazione dei progetti per riconnettere le ciclabili cittadine e raccontando anche come sono stati accolti alcuni di questi. Quello compiuto nei quasi cinque anni di mandato è stato uno sforzo necessario sia a rendere la città al passo con altre realtà italiane anche vicine che hanno esperienze interessantissime di sostenibilità, sia a reperire risorse capaci di portare con la sostenibilità anche la riqualificazione di strade e percorsi che non venivano manutenuti da anni. Un’occasione, quella di Pesaro, che ci ha reso possibile anche illustrare gli altri progetti dedicati al bike sharing e anche alla promozione di fonti di energia alternative per mezzi non a benzina, affinché la mobilità sia sempre più sostenibile e a tutela dell’ambiente”.

La giornata pesarese chiude una settimana molto intensa sul fronte mobilità per i tecnici comunali impegnati in seminari e corsi in diverse città d’Italia.

Pier Giorgio Pardi, mobility manager del comune di pescara, durante il suo intervento ala scuola di bicipolitana a pesaro

Tutto si svolge dopo la recente esperienza del cosiddetto “affiancamento on the job”, svoltosi proprio a Pescara all’interno del progetto Ministeriale CReIAMO PA (Competenze e Reti per l’Integrazione Ambientale e per il Miglioramento della Pubblica Amministrazione, progetto che vede Pescara come una delle cinque città a livello nazionale partecipare all’iniziativa) per discutere della ipotesi di una agenzia per la mobilità di area vasta, e dopo l’approvazione recente in Consiglio Comunale della delibera di adesione alla “associazione dei comuni dell’area vasta” per la definizione di misure atte a ridurre l’inquinamento atmosferico attraverso iniziative di mobilità sostenibile.

Dopo la scuola di bicipolitana a Pesaro

Il Mobility Management comunale ha inoltre seguito per quattro giorni i lavori della sessione modenese di CReIAMO PA, dedicata al tema della emissione dei buoni mobilità per coloro che si spostano in bicicletta, esperienza che si sta lentamente diffondendo in diverse città italiane e che vedrà presto anche il Comune di Pescara attivo con una sua particolare e innovativa iniziativa.

Sempre a Modena si è poi svolta la 18ª edizione della conferenza nazionale dei mobility managers, Moby Dixit, organizzata da Euromobility, in cui si è lungamente discusso delle politiche nazionali di mobility management, e in particolare di mobilità condivisa (sharing mobility) e di azioni da svolgere all’interno delle scuole, fronte su cui il Comune di Pescara è particolarmente attivo, avendo svolto gli anni scorsi attività formative che hanno portato alla nomina di quasi 30 mobility managers scolastici.