CReIAMO-PA: il resoconto della prima giornata di lavori

CReIAMO-PA: il resoconto della prima giornata di lavori

Sono iniziati ieri pomeriggio i lavori della settimana di affiancamento on the job previsti all’interno del progetto CReIAMO-PA (Competenze e Reti per l’Integrazione Ambientale e per il Miglioramento delle Organizzazioni della Pubbliche Amministrazioni) che avrà una durata di 5 anni e ha come tema la mobilità urbana.

Dopo i saluti del sindaco Marco Alessandrini, la parola è passata al mobility manager del Comune di Pescara Pier Giorgio Pardi che ha sottolineato come il problema del traffico e del conseguente inquinamento della città e di quelle limitrofe sia risolvibile soltanto con un’azione sinergica da parte degli enti locali, degli operatori della mobilità e dei Comuni interessati dal progetto.

L’avvocato Pasquale Andrea Chiodi e l’ingegner Domenico Caminiti, consulenti del Ministero dell’Ambiente, hanno quindi illustrato cosa sia e cosa si intende fare con CReIAMO-PA per poi passare ad una disamina della convenzione dell’unione dei comuni attualmente all’attenzione delle amministrazioni di Pescara, Francavilla al Mare, Montesilvano, Città Sant’Angelo, Spoltore, San Giovanni Teatino. Tra i presenti si è poi aperto un confronto sulle questioni legate alla mobilità toccando temi che saranno approfonditi nei prossimi giorni come articolato nel programma scaricabile dal sito versopescara2027.comune.pescara.it entrando nel vivo del tema con le relazioni dei consulenti del Ministero.

Erano presenti i rappresentanti di Trenitalia Dimitri Ruggeri e Roberto Corbo, l’assessora alla mobilità del Comune di Montesilvano Annalisa Fumo, la rappresentante della Regione Abruzzo Nicoletta Bucco, la mobility manager dell’Asl di Pescara Giorgia Agresta, la rappresentante dell’Ufficio Scolastico Regionale Stefania Catalano, il presidente dell’Associazione Ciclisti Anonimi Pescaresi Fabrizio Montefusco, il mobility manager del Comune di Pescara Pier Giorgio Pardi e i consulenti del Ministero dell’Ambiente Domenico Caminiti, dirigente di Amat Palermo, e Andrea Pasquale Chiodi dell’unità tecnica di supporto UTS L7.

Per ulteriori dettagli: CReIAMO-PA