Mobilità e Sviluppo Urbano Sostenibile

Mobilità e Sviluppo Urbano Sostenibile

Toccheranno anche Pescara nella giornata di domenica 3 giugno le iniziative del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2018. Una giornata che servirà a fare il punto su tutte le iniziative avviate e da avviare nell’ambito del progetto SUS proposto dal Comune di Pescara nell’ambito dell’Asse VII POR FESR 2014/2020. Si tratta di una strategia già operativa per il potenziamento della mobilità sostenibile che l’amministrazione comunale ha promosso dal 2016, attraverso l’utilizzo differenti canali di finanziamento: risorse del bilancio comunale, risorse private (TERNA), risorse nazionali e fondi comunitari (del POR FESR 2014/2020). “Tutti i Comuni della Regione stanno organizzando iniziative – illustra l’assessore alla Mobilità Giuliano Diodati La nostra giornata si apre con una passeggiata in bici che partirà alle 10 dal parcheggio delle Naiadi, via Castellamare Adriatico, viale Muzi, Viale Regina Margherita, Corso Umberto, Lungomare Matteotti, Ponte del Mare, Lungomare Colombo, Viale Pepe, Via D’Avalos per arrivare fino all’Aurum, dove verrà effettuata la punzonatura gratuita delle bici partecipanti. A seguire si svolgerà il convegno “La strategia per lo sviluppo urbano sostenibile della città di Pescara”,  che oltre ai nostri saluti istituzionali vedrà la partecipazione di Vincenzo Rivera, Autorità di Gestione Unica POR FESR/FE, di  Stefano Civitarese Matteucci, per l’Università, che mi ha preceduto alla Mobilità ed ha studiato e messo in cammino gli interventi in via di realizzazione, Roberto Mascarucci del Dipartimento Ambiente Reti Territorio, Università “G. d’Annunzio di Chieti – Pescara, Chiara Colangel, poi Paolo Silingardi di Achab Group e il nostro mobility manager, tutti racconteranno i progetti in corso, moderati da Giancarlo Odoardi, e faranno il punto sulle strategie che da qui al 2020 saranno attuate.

La Sus è impostata lavorando su 4 azioni differentemente finanziate: la prima, realizzare sistemi di interazione intelligente 698 651,60 euro fra traffico urbano e mezzi pubblici; la seconda la realizzazione di un trasporto pubblico ecologico con fondi per 4 494 606,42 euro; il potenziamento della mobilità ciclabile e pedonale 2.945.000 euro; la valorizzazione delle risorse culturali e ambientali con fondi per 1.557.000. Secondo il cronoprogramma delle fasi realizzative delle opere approvato dalla Regione Abruzzo, molti interventi della SUS di Pescara dovranno essere realizzati nell’anno 2020. L’anno in corso lo abbiamo dedicato alla progettazione di tutte le opere previste nel programma. Abbiamo già appaltato i lavori di riqualificazione del lungomare sud in cui saranno realizzati anche circa 200 metri di pista ciclabile. Entro il 2018 concluderemo l’installazione dei “contapersone” presso gli ingressi dei nostri musei e delle risorse ambientali (riserva Dannunziana e parchi comunali). Realizzeremo, inoltre, i tracciati ciclabili finanziati dal comune e con fondi privati TERNA (quadrilatero e tratto e viale Pepe) che sono già in fase di appalto. Nel 2019 contiamo di avviare, e probabilmente concludere, molte delle principali opere previste, anticipando di circa una annualità (dal 2020 al 2019) il programma di esecuzione delle opere approvato dalla Regione: realizzeremo gli “Eco Mobilitypoint”: si tratta di nodi di scambio e connessione di diversi sistemi di trasporto dedicati alla mobilità (Bike sharing, bici elettriche, car sharing, car pooling, bus navette alimentate da energia elettrica) che saranno realizzati in corrispondenza di aree a parcheggio in cui confluiranno i tracciati delle linee di trasporto pubblico e percorsi ciclabili. Realizzeremo numerosi percorsi ciclabili che collegheranno diversi tracciati ciclabili già esistenti che attualmente non risultano connessi: la pista ciclabile lungo viale Pepe che collegherà la riviera alla pista ciclabile che corre lungo viale Pindaro; “il Quadrilatero ciclabile” che interesserà via Conte di Ruvo, il tratto nord di viale Marconi, Via Caduti del Forte ed il tratto nord di viale D’Annunzio; la pista ciclabile lungo il tratto sud di via D’Avalos che collegherà il percorso ciclabile di viale Pepe con i percorsi ciclabili della riserva Dannunziana; Realizzeremo un raccordo pedonale sopraelevato nell’incrocio a rotatoria esistente in prossimità del campo Rampigna; il percorso in sede riservata del trasporto pubblico sull’asse centrale della città. Entro il 2020 si concluderanno tutti gli interventi: il progetto per l’attivazione di un sistema di gestione del traffico urbano e degli autobus pubblici, l’acquisto delle biciclette per diversamente abili , le due ciclostazioni nelle due principali stazioni ferroviarie di Pescara (stazione centrale e stazione di Porta Nuova)  e, infine,  l’introduzione di sistemi di tariffazione integrata trasporti/strutture culturali”.

Ecco la SUS, la Strategia per lo Sviluppo Urbano Sostenibile